Service Release 2015.02

Scarica qui la Service Release SR 2015.02    (dimensione file 133 MB)

WinAbacus SR 2015.02

WinAbacus Toolbar

Con la Service Release 2015.02, WinAbacus si presenta con un aspetto grafico rinnovato, più funzionale nell’interfaccia principale, più leggero e armonico con i nuovi sistemi operativi.

Offre inoltre nuove funzionalità di valido aiuto nel lavoro quotidiano, con tecnologie avanzate per il supporto tecnico e fantastici strumenti di ricerca e consultazione.

La struttura principale dei Menù è stata arricchita con un nuovo gruppo di programmi, denominato Produzione, in cui sono state raccolte procedure, attività e report direttamente collegati con le attività gestionali di produzione.
Per questa Service Release, particolarmente ricca di novità, è fortemente consigliata l’installazione da parte di un tecnico specializzato che potrà così anche illustrare nello specifico le diverse nuove potenzialità.

La Service Release include anche la Certificazione per Windows 10™ l’ultimo Sistema Operativo di casa Microsoft rilasciato con tutti i nuovi pc e portatili.
È così possibile installare WinAbacus sui client Windows 10™ con pieno supporto per tutte le funzionalità.

Windows10

NUOVO CANALE PER IL SUPPORTO TECNICO

ChatSystem

Da questa Service Release, WinAbacus integra le funzionalità ChatSystem, strumento di comunicazione immediata ed efficace tra utente e supporto tecnico.

Con questo strumento, all’interno dell’ambiente WinAbacus, è possibile aprire una conversazione diretta con il supporto tecnico che potrà così rispondere immediatamente nel merito.

È una novità significativa in termini di comunicazione e WinAbacus è il primo Sistema Gestionale in Italia ad integrare al proprio interno un sistema di chat tecnica.

Come funziona
Quando si avvia WinAbacus, nell’applicazione principale, si trova in alto l’icona di ChatSystem. Facendo Click sull’icona si apre il canale di conversazione con il supporto tecnico.
Per iniziare la conversazione è sufficiente premere il pulsante Inizia Chat e la comunicazione ha subito inizio.

Inizia Chat

Il sistema trasmette automaticamente le informazioni di base sulla propria installazione, inclusa la versione utilizzata, il numero di serie e le informazioni di licenza, consentendo così al tecnico di riconoscere la realtà gestionale del cliente che chiede supporto.
Si può accedere alla chat tecnica da qualsiasi programma WinAbacus, semplicemente premendo il tasto F1 e selezionando la voce Chat Tecnica o l’icona presente sulla sinistra.
Alla fine della conversazione, se avete inserito l’indirizzo di posta elettronica, potrete ricevere copia della trascrizione della conversazione avvenuta, in modo da avere traccia e documentazione delle informazioni che avete avuto dal supporto tecnico.
È possibile raggiungere il supporto tecnico WinAbacus anche direttamente dal WEB visitando l’indirizzo http://assistenza.winabacus.it.
Il sistema può essere utilizzato anche al di fuori dei normali orari di assistenza e, in questo caso, se nessun tecnico è disponibile sul momento, consente di lasciare un messaggio per il supporto tecnico.

Il servizio ChatSystem è disponibile anche per l’utilizzo commerciale e di Customer Care per tutte le aziende che vogliono mettere a disposizione della propria clientela questa funzionalità.


CRUSCOTTO DI MAGAZZINO

Il nuovo “Cruscotto di Magazzino” si presenta come un formidabile strumento di navigazione tra le referenze di magazzino, un vero e proprio pannello di controllo da cui poter accedere a tutte le informazioni.

Cruscotto

Il sistema permette di “navigare” tra i prodotti specificando semplicemente ciò che si desidera trovare, in maniera del tutto libera.
Tecnicamente la ricerca è effettuata su diversi campi: Codice Articolo, Codice Originale, Barcode, Codice Alias, Descrizione e Classe Merceologica, senza appesantire l’operatività dell’utente.

Il sistema filtra in tempo reale la lista dei prodotti visualizzati, con velocità davvero impressionante.
Per ogni prodotto sono a disposizione tutte le informazioni utili per capire se e come è possibile vendere o acquistare.
Sono disponibili gli ultimi costi di acquisto, le informazioni dell’ultima vendita eseguita e altre informazioni quali la lista dei movimenti di magazzino, l’eventuale valore dell’ordinato e dell’impegnato, con accesso rapido agli ordini di clienti e fornitori.

Possiamo così prendere rapidamente visione della giacenza di un prodotto, in quale deposito si trova e quando riceveremo le prossime consegne.
Inoltre le informazioni di acquisto permettono di conoscere il costo standard, l’ultimo costo di acquisto e la percentuale di utile.

Pulsante CruscottoLa funzionalità può essere richiamata dal pulsante presente nella barra di WinAbacus nelle applicazioni abilitate. Nelle maschere d’inserimento documenti, premendo il tasto F4 sui campi codice articolo, consente la ricerca dinamica, alternativa alla funzionalità F2 e F3 che restano tuttavia attive e funzionanti.

Verificate assieme al tecnico installatore la nuova funzionalità, per trarre il massimo profitto da questo nuovo strumento che WinAbacus mette a disposizione.


SPESOMETRO / OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA

Mettendo a frutto le esperienze raccolte dal nostro supporto tecnico, grazie ai numerosi suggerimenti pervenuti, abbiamo migliorato ulteriormente la funzionalità di elaborazione dello Spesometro.

Documenti RiepilogativiÈ stata aggiunta una nuova tipologia di anagrafica denominata Documento Riepilogativo.

Questa tipologia può essere assegnata, ad esempio, alle schede carburante, evitando quindi di dover riprendere e modificare questo tipo di documenti in fase di controllo.

È stato migliorato il sistema di gestione che consente ora di confermare le voci dello Spesometro già verificate, permettendo di effettuare rielaborazioni parziali.
È il caso ad esempio quando si correggono le sole righe con anomalie nei dati anagrafici, senza dover ripetere il lavoro già effettuato, conservando i dati inseriti nelle righe confermate.


QUADRATURA CICLO PASSIVO

Quadratura Ciclo Passivo

La procedura Prima Nota di WinAbacus si arricchisce di una potente funzionalità per la quadratura del ciclo passivo che permette di controllare, in fase di registrazione delle fatture di acquisto gli Ordini e i Carichi da Fornitori generando al contempo in maniera automatica la registrazione contabile della fatture di acquisto.

Per utilizzare la funzionalità è necessario prima di tutto configurare nelle Anagrafiche di Magazzino il Conto Costi che la procedura utilizzerà per attribuire le contropartite.

Configurando opportunamente il campo Attiva la Quadratura Ciclo Passivo nelle Causali Contabili eviteremo che la quadratura ci venga proposta quando non necessaria come per le fatture di utenze o la registrazione di carte carburante.
Il flag è presente anche nelle Causali di Magazzino per indicare al sistema quali movimenti di magazzino e quali ordini fornitori devono essere proposti in fase di quadratura.

Durante la quadratura è ovviamente possibile eseguire correzioni sui valori previsti in ordine o nel carico di magazzino, così come inserire eventuali voci manuali tipo spese aggiuntive o simili.
Al termine del controllo il sistema segnalerà eventuali squadrature permettendo comunque di procedere ad un’eventuale modifica manuale del movimento.

La Quadratura del Ciclo passivo è disponibile in forma di Estensione per tutti i clienti che utilizzano il modulo di Contabilità.


SCHEDULATORE DI PRODUZIONE

Schedulatore

Si tratta di nuove funzionalità avanzate specifiche per le realtà produttive.
Si affianca alle funzionalità offerte dal modulo MRP per aiutare concretamente le aziende nella gestione della produzione e nella pianificazione delle diverse attività.

Lo scenario tipico di utilizzo vede lo schedulatore configurato per analizzare la situazione degli Ordini di Lavorazione (OdL) e il carico di lavoro delle diverse Isole produttive: da questa analisi scaturisce la proposta di pianificazione delle attività produttive, suddivise per aree di competenza e di operatività.

A monte vengono definite le attività del ciclo produttivo aziendale, le risorse umane e tecniche impiegate.
È possibile collegare alle diverse Isole Produttive le risorse disponibili definendo nel contempo la sua capacità produttiva in ogni fase del ciclo produttivo.

L’analisi effettuata del sistema è ottimizzata per garantire le date di consegna previste negli ordini, mantenendo per quanto possibile la produzione nella stessa Isola Produttiva.

L’interfaccia di schedulazione fornisce una visione generale e immediata di tutte le Isole Produttive
In particolare è immediatamente visibile il carico di lavoro giorno per giorno, con evidenza delle situazioni di interesse particolare come tempi di consegna non garantiti.

Le pianificazioni proposte possono ovviamente essere confermate o modificate a piacere.
Ciò consente una gestione dinamica e molto operativa della Produzione, senza mai perdere di vista i fattori fondamentali. La sua installazione richiede una fase di analisi preliminare con parametrizzazione specifica e formazione al personale.

Lo Schedulatore di Produzione è disponibile in forma di Estensione per tutti i clienti che utilizzano i moduli di Produzione.


VALORIZZAZIONE MAGAZZINO FIFO/LIFO

LIFO e FIFOSi tratta di un’estensione del modulo di Magazzino che permette di calcolare la valorizzazione secondo il metodo FIFO (First In First Out) o LIFO (Last In First Out).

Nel primo caso il sistema considera che vengano scaricati per primi i beni caricati per primi a magazzino.
Nel secondo, al contrario, si considerano scaricati per primi gli ultimi beni caricati.

Lo storico delle valorizzazioni può essere stampato o esportato utilizzando alcuni Report dedicati quali Storico Valorizzazioni FIFO e Storico Valorizzazioni LIFO presenti nei Report Magazzino.
La valorizzazione consolidata per anno e deposito si rivelerà particolarmente utile per la stampa dell’inventario con la valorizzazione prescelta.

L’estensione è disponibile per tutti i clienti che utilizzano il modulo di Magazzino.


ALTRE NOVITÀ E MIGLIORIE

Codici ALIAS
Gli Alias sono nuovi campi progettati per estendere le possibilità di ricerca.
Per clienti e fornitori il campo Alias può essere usato per inserire la versione semplificata della Ragione Sociale o più semplicemente il nome con cui abitualmente ci riferiamo ad un cliente o fornitore.
La ricerca per Alias cliente/ fornitore si effettua nella tabella richiamabile con il tasto F3.
Il codice Alias di magazzino permette invece di assegnare codici multipli ad uno stesso prodotto.
Ovviamente anche i codici Alias per funzionare devono essere univoci, ovvero non si potrà assegnare a più referenze lo stesso codice
La ricerca con i codici Alias in magazzino si effettua esclusivamente dal nuovo Cruscotto.

Causali di Trasporto
Anche nelle causali di trasporto verso clienti e fornitori è possibile indicare due causali di magazzino e due depositi su cui operare.
Questo permette ad esempio di creare causali di visione o prestito che scaricano il deposito principale e caricano un deposito dedicato mantenendo come destinatario del documento il cliente.

Controllo attività automatiche
SegnalazioniLa lista delle attività automatiche, accessibile dallo scudetto presente nella barra di WinAbacus, fornisce ora maggiori informazioni sull’attività automatica selezionata, così da sapere quale PDF è in fase di generazione o quale documento sta per essere inviato via mail.

Generazione Fatture da DDT
È Ora possibile personalizzare il riferimento ai DDT e ai Documenti Personalizzati che la procedura inserisce in fattura.

Gestione Omaggi
Nei parametri aziendali la configurazione della Gestione Omaggi è stata spostata per maggiore congruenza nella sezione Impostazioni Fiscali.
Inoltre è stata aggiunta l’aliquota IVA per lo storno omaggi che la procedura utilizzerà per stornare la componente imponibile dell’omaggio dal castelletto IVA del documento.

Pagamenti – Coordinate bancarie internazionali
Nelle anagrafiche clienti e fornitori e nella tabella banche è stato inserito il campo BIC / Swift che consente di indicare anche coordinate bancarie internazionali. Il campo può essere stampato nei documenti di vendita.
Nella sezione Segnalazioni e Controlli dei Parametri Aziendali abbiamo aggiunto la possibilità di eseguire controlli di congruità sulle informazioni bancarie in caso di pagamenti con Bonifico Bancario o RiBa.
Il controllo viene effettuato durante il salvataggio o la stampa dei documenti di vendita è segnala la mancanza dei dati necessari al pagamento previsto.

Soglia Commerciale per i Documenti di Vendita
Per ogni cliente, nella sezione Condizioni-Gestione Fido è possibile ora indicare una “Soglia Commerciale” che consente di monitorare i documenti di vendita emessi che superano il valore di soglia indicato, al netto da IVA. Questa nuovo parametro consente una gestione più efficace delle condizioni applicate ai clienti in funzione dei parametri commerciali che ogni azienda definisce secondo il proprio assetto.
Nel Pannello di Controllo dell’installazione server è possibile quindi indicare gli indirizzi di posta elettronica che riceveranno le segnalazioni automatiche generate dal superamento della soglia commerciale indicata.

Articoli di Magazzino
Nella Visualizzazione degli Articoli di Magazzino sono stati aggiunti nuovi campi utilizzabili in visualizzazione, stampa o esportazione.


Scarica qui la Service Release SR 2015.02    (dimensione file 133 MB)

Reinstallare WinAbacus: come fare

Questo Tutorial contiene informazioni specifiche per l’attività di reinstallazione di WinAbacus su un nuovo sistema in modo da ottimizzare e rendere sicura la procedura.
Il Tutorial, in formato PDF, fornisce le indicazioni sui passi da seguire per il trasferimento dei dati, la disinstallazione e l’installazione della procedura.

Questo Tutorial è diretto a personale specializzato e preparato, installatori qualificati o utenti esperti.

Visulizza o scarica il documento in formato PDF

Service Release 2015.01

Scarica qui la Service Release SR 2015.01    (dimensione file 124 MB)

WinAbacus SR 2015.01

Ecco la Service Release 2015.01 che raccoglie gli aggiornamenti e le migliorie sviluppate in questi ultimi mesi. Tra questi, particolare menzione merita l’aggiornamento delle strutture e l’inserimento di nuove funzionalità riguardanti le disposizioni in materia di Fatturazione verso la Pubblica Amministrazione.

Chi ha necessità di fatturare alla PA, dopo aver installato la SR 2015.01 potrà rispondere a questa nuova esigenza con uno strumento economico, semplice da utilizzare e al contempo efficace.

L’XML è lo standard scelto dal ministero per la codifica dei file.
WinAbacus© utilizza già questo standard per altre situazioni ed è disponibile un’Estensione del DMS che esegue la codifica.

Per utilizzare la nuova funzionalità per la PA si rende necessario dunque avere attiva l’Estensione per la creazione dei File di interscambio in formato XML.
Una delle caratteristiche di WinAbacus© è la sua modularità che consente di acquistare solo i moduli che servono e quando servono. Così chi non ha necessità della codifica XML può evitare di acquistare l’Estensione.

Si noti che il file XML generato automaticamente dalla procedura di stampa definitiva delle fatture, può essere utilizzato in tutti i casi in cui sia necessario scambiare dati con altre aziende, siano esse clienti o fornitori o Pubblica Amministrazione.
WinAbacus© fornisce un modello standard di File d’interscambio XML ma è possibile che siano resi disponibili in futuro altri modelli per scambiare automaticamente dati con altre realtà gestionali.
Con il modello appropriato sarà possibile, ad esempio, utilizzare i file XML per un’acquisizione automatica dei dati di fattura con creazione automatizzata dei movimenti contabili e delle scadenze.

Questa estensione del modulo DMS apre scenari di automazione molto interessanti soprattutto per le aziende che operano con la Grande Distribuzione che spesso richiede file di interscambio per automatizzare i processi gestionali.
Con gli aggiornamenti contenuti in questa Service Release, viene fornito anche il modello conforme alle disposizioni delle Pubblica Amministrazione.

Le disposizioni in materia indicano le possibilità per la trasmissione e la conservazione dei documenti XML, lasciando alle aziende libertà di scelta.
WinAbacus© consente la generazione del file nel formato conforme, che dovrà essere consegnato e conservato secondo le modalità previste.
Spedizione e conservazione dei file sono al fuori dello scopo applicativo del Sistema Gestionale.

Le scelte sugli sviluppi del prodotto sono guidate dalle necessità reali e dai suggerimenti dei clienti che, con i loro feedback, contribuiscono in maniera fondamentale al miglioramento e alla crescita di WinAbacus.

Ancora una volta grazie a tutti coloro che, con indicazioni e suggerimenti, contribuiscono all’evoluzione costante del prodotto facendone uno strumento sempre più efficace e all’avanguardia.

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione
FatturaPACon i Decreti Legge n.55 del 3 aprile 2013 e n.66 del 24 aprile 2014 sono definiti il processo di emissione, trasmissione e ricevimento della fattura elettronica verso le Pubbliche Amministrazioni ed è fissato al 31 marzo 2015 il termine di decorrenza degli obblighi di fatturazione elettronica.

Da questa data le Pubbliche Amministrazioni non potranno più accettare e pagare fatture inviate in formato cartaceo, ma solo quelle inviate nel formato con le modalità previste dalle nuove normative.

La FatturaPA è un documento in formato XML (eXtensible Markup Language) realizzato con uno specifico tracciato che contiene le informazioni necessarie agli Enti per la contabilizzazione e il pagamento delle fatture.

La normativa definisce inoltre come il documento deve essere trasmesso e conservato.
La trasmissione può avvenire direttamente tramite il portale internet www.fatturapa.gov.it o anche mediante PEC (Posta Elettronica Certificata) e inoltre tramite software dedicati per il trasferimento telematico.
In tutti i casi il documento deve essere firmato elettronicamente tramite un certificato di firma digitale.
Maggiori informazioni sono normalmente fornite dalle Camere di Commercio.
Più semplicemente, si può utilizzare il servizio di trasmissione del proprio fiscalista o consulente o della propria associazione imprenditoriale.

L’Estensione WinAbacus© provvede alla generazione della FatturaPA secondo le specifiche tecniche previste.In particolare è stata implementata la versione 1.1 che diventerà operativa a partire dal 2 febbraio 2015.

La generazione, totalmente automatica e collegata alla stampa definitiva dei documenti di vendita, utilizza il Sistema di Gestione Documentale (modulo DMSDocument Management System) nativo in WinAbacus©.

Rappresentazione del flusso informativo attraverso il Sistema d’interscambio definito dall'Agenzia delle EntrateRappresentazione del flusso informativo attraverso il Sistema d’interscambio definito dall’Agenzia delle Entrate
http://www.fatturapa.gov.it/export/fatturazione/it/b-1.htm

FatturaPA come procedere
La funzionalità si attiva nella sezione DMS – Documenti XML della Configurazione Parametri di WinAbacus© che trovate nel pannello di controllo della postazione server di WinAbacus.
Per ogni Anagrafica Cliente sarà possibile attivare la generazione e il modello da utilizzare.

Il documento XML sarà memorizzato nella cartella DMS della Fattura, dopo averne eseguito la stampa definitiva. Il file potrà quindi essere spedito o trasferito secondo le modalità previste dalla normativa.

ATTIVITÀ PRELIMINARI DI CONFIGURAZIONE

Nuove Informazioni Aziendali
La fattura elettronica per la PA richiede alcune nuove informazioni sulla vostra azienda che devono essere compilate prima di procedere alla generazione dei documenti.
I nuovi dati Azienda a Socio Unico, Azienda in Liquidazione, Numero Iscrizione REA, Provincia REA, Capitale Sociale e Codice Regime Fiscale devono essere inseriti nella prima schermata Sede Sociale della procedura Parametri Aziendali.

Inserimento Codice Univoco Ufficio PATipologia Anagrafica
Si tratta di un codice che identifica l’ente a cui la fattura è indirizzata ed è obbligatorio per la compilazione della fattura elettronica per la pubblica amministrazione.
Questo codice viene fornito dall’ente stesso o può essere reperito sul sito http://indicepa.gov.it.

Deve essere indicato nella sezione Dati Fiscali e Commerciali dell’anagrafica dopo aver selezionato la Tipologia Anagrafica “Pubblica Amministrazione”.

 

Scelta modello XML da utilizzare
Modello XMLSempre nell’Anagrafica è necessario attivare, nella sezione Invio e Stampa Documenti, la funzionalità di generazione documenti in formato XML e scegliere il Modello XML appropriato, ovvero il tracciato con cui il documento sarà generato.

In questo campo deve essere indicato per le P.A. Fattura Pubblica Amministrazione 1.1.

In caso di aggiornamento del tracciato previsto per la P.A. o di interfacciamento con altri sistemi potranno essere resi disponibili nuovi modelli.

CIG e CUP
Si tratta rispettivamente degli acronimi di Codice Identificativo Gara e Codice Unico Progetto.
Sono codici utilizzati per la tracciabilità del pagamento nella fattura pubblica amministrazione.
Se forniti devono essere indicati negli appositi spazi predisposti.

Prima di procedere alla trasmissione dei documenti si consiglia di verificarne la correttezza con gli strumenti disponibili sul sito www.fatturapa.gov.it.

Per approfondimenti sulla normativa, la documentazione e gli aspetti tecnici della fattura elettronica per la pubblica amministrazione consultare il sito www.fatturapa.gov.it.

Gestione Distinte Effetti
Nel modulo Scadenzario, da questa Service Release, troverete la nuova procedura Gestione Distinte Effetti Emesse. È uno strumento progettato per aiutare l’utente nella gestione delle distinte RiBa.

Distinte Effetti

Nella tabella principale vengono visualizzate tutte le distinte emesse, successivamente all’aggiornamento, suddivise per data di maturazione fornendo un quadro rapido ed esaustivo degli effetti in maturazione.

La procedura consente inoltre di registrare automaticamente l’accredito parziale o completo di distinte selezionate o, in caso di necessità, di eliminare una presentazione eliminando automaticamente il movimento contabile di chiusura dei clienti e “riaprendo” gli effetti precedentemente dichiarati come “emessi”.

DMS per Agenti, Depositi e Vettori
DMS VettoreIl modulo DMS – Document Management System si arricchisce di nuove aree dedicate all’archiviazione di documenti e materiali per gli Agenti, i Depositi e i Vettori.

Le nuove aree, accessibili dalla procedura Tabelle nella sezione Anagrafiche, risulteranno particolarmente utili per l’archiviazione di contratti, listini e modulistica che potrà così essere rapidamente disponibile per futura consultazione.

Come per le aree già presenti è sufficiente trascinare e rilasciare un documento sul riquadro DMS per archiviarne una copia nell’area. Un semplice click sul riquadro permette di accedere all’area.

 

Anagrafica Fornitori e Decimali di presentazione
Decimali FornitoriPer ogni anagrafica fornitore è possibile, da questo aggiornamento, definire il numero di cifre decimali da utilizzare per la stampa dei valori unitari negli ordini di acquisto.

Il numero di decimali, analogamente alle anagrafiche clienti, si configura nella sezione Gestione Decimali.
Se l’impostazione non viene modificata il sistema utilizzerà i valori generali definiti per l’azienda.

Unità di Misura con conversione automatica
Dall’esigenza espressa da utenti che gestiscono il processo produttivo, sono state sviluppate le Unità di Misura con funzioni avanzate di conversione automatica.
Per queste unità di misura è possibile definire dimensioni (l x p x h) e peso unitario consentendo in questo modo al sistema di calcolare e convertire automaticamente i costi dei prodotti dall’unità di misura principale a m3, m2, Kg e viceversa.

In questo modo è possibile indicare, nell’inserimento delle anagrafiche di magazzino, delle distinte base e nella compilazione degli ordini fornitore, una qualsiasi di queste dimensioni lasciando al sistema il compito di eseguire calcoli e conversioni.

Anagrafica Magazzino

Altre Novità e Migliorie
Elenco Operazioni Rilevanti ai Fini IVA
La procedura è stata ottimizzata e aggiornata con nuove funzionalità come l’inserimento automatico delle Note di Accredito attive e passive nei quadri NE (Note Emesse) e NR (Note Ricevute).

Mailing List e Gestione Contatti
La sincronizzazione dei contatti con il servizio Mailing List sono state ottimizzate per velocizzare i tempi di sincronizzazione e ridurre al minimo il traffico dati.
Per maggiori informazioni e per poter utilizzare il servizio di mailing list è possibile visitare l’indirizzo http://www.caberinformatica.com/mailing-list-aziendali

Classi Merceologiche
Con l’adozione di codici alfanumerici è stato aumentato il numero di Classi Merceologiche utilizzabili.
La nuovo codifica consente di creare codici mnemonici più semplici da leggere e ricordare.

Visualizza Documenti di Vendita e Trasporto
La maschera Filtro della procedura Visualizza Documenti di Vendita e Trasporto è stata completamente ridisegnata per aumentarne l’ergonomia e semplificarne l’utilizzo dando ad esempio la possibilità di attivare o disattivare i singoli filtri con un semplice click.

Schede Contabili
La procedura delle Schede Contabili è stata resa multi-istanza.
Ora è possibile richiamare più volte la stessa procedura per visualizzare contemporaneamente più schede contabili per rapidi controlli e comparazioni.

Ordini Clienti
Anche per gli ordini, come già nei documenti di vendita e trasporto, sono state rese disponibili le informazioni relative alla creazione e ultima modifica del documento.

Punto VenditaEpson FP81
Disponibile un nuovo driver d’interfacciamento con registratori di cassa e stampanti fiscali Epson. Oltre al protocollo standard già in uso d’ora in avanti sarà possibile anche utilizzare i registratori di cassa Epson con completa automazione nella Gestione Vendite in negozi al minuto e all’ingrosso e in tutti i punti vendita dove si utilizzano registratori di cassa o stampanti fiscali.

 


Scarica qui la Service Release SR 2015.01    (dimensione file 124 MB)

Spesometro 2013

Vers.2013.00.02

In data odierna pubblichiamo gli aggiornamenti utili alle elaborazioni previste dal cosiddetto SPESOMETRO.
Il nostro gestionale offre così a tutte le imprese italiane che utilizzano WinAbacus© uno strumento semplice e affidabile per l’elaborazione prevista dall’Agenzia delle Entrate.
Per utilizzare l’aggiornamento è necessario ovviamente che sia installata l’ultima Service Release disponibile, ovvero la SR 2013.01.
Se la Service Release è installata, la disponibilità dell’aggiornamento sullo Spesometro verrà segnalata direttamente dal sistema Gestionale.
L’installazione della HotFix avviene lato server – se avete una installazione client-server – o semplicemente sul vostro pc se avete solo una installazione in mono utenza.
Per eseguire l’aggiornamento è necessaria una connessione ad internet.

Il Punto d’accesso alla funzionalità è identico alla precedente versione:
WinAbacus Spesometro
Prima di procedere all’utilizzo della procedura verificate di essere nell’esercizio precedente. La procedura segnalerà eventuali possibili errori.
Spesometro Elaborazione
Una volta entrati nella procedura, utilizzate il pulsante Elabora, come indicato nell’applicativo.
La maschera fornisce inoltre altre informazioni utili, quali i link al sito dell’Agenzia delle Entrate per gli ultimi aggiornamenti, così come informazioni tecniche dettagliate per chi voglia approfondire.
L’Elaborazione in pochi secondi, produrrà un Report che è possibile perfezionare secondo le specifiche necessità aziendali.
Alla voce “Funzioni” della maschera Report sono presenti diverse possibilità operative.

Report Spesometro Funzioni
La voce evidenziata con la freccia rossa evidenzia l’ultima attività da fare, per generare il file per l’invio telematico.

Se avete bisogno di aiuto è disponibile il servizio di assistenza tecnica che potrà guidarvi ed aiutarvi nell’operatività.
Il servizio non fornisce consulenza Fiscale specialistica.
Se avete necessità di consulenza fiscale è necessario rivolgersi al proprio fiscalista.
Il nostro servizio comunque è sempre a disposizione per chiarire ogni dubbio e per aiutarvi in caso di difficoltà.
Di seguito sono riportate alcune indicazioni di dettaglio che potranno essere utili per le successive attività.


Dettagli operativi
L’articolo 2 comma 6 del DL 16/2012 (Decreto Semplificazioni) ha modificato le disposizioni del precedente DL 78/2010 in merito alla comunicazione telematica all’Agenzia delle Entrate delle Operazioni Rilevanti ai fini IVA, il cosiddetto Spesometro.
Il ritardo nella pubblicazione delle specifiche tecniche, dei chiarimenti dell’Agenzia e degli strumenti di controllo hanno ridotto notevolmente i tempi per la predisposizione e l’invio della comunicazione, abbiamo quindi ritenuto importante aiutare gli utenti WinAbacus con questo documento che vuole essere una guida per chi si accinge a predisporre lo Spesometro con il nostro programma.

Elaborazione dati sulle Operazioni rilevanti ai fini IVA
La prima attività consiste nell’utilizzare la procedura Operazioni Rilevanti ai Fini IVA, presente nel modulo Contabilità, per analizzare le operazioni IVA relative all’esercizio contabile selezionato raccogliendo le informazioni necessarie per la comunicazione.

L’attività di elaborazione è automatica e mostra i risultati in un report dedicato che permette di visionare tutte le operazioni di acquisto e vendita e di integrarle con le informazioni non presenti in WinAbacus ma richieste dalle disposizioni di legge.
In caso di necessità è possibile ripetere l’elaborazione rigenerando il report, ripristinando quindi i dati iniziali e annullando qualunque selezione o modifica che sia stata effettuata.

Selezione delle Operazioni da Trasmettere
L’utente può selezionare le operazioni da trasmettere marcando la relativa casella Esporta presente nel report.
Le operazioni con soggetti residenti in Italia e quelle attive con soggetti non residenti vengono automaticamente selezionate in fase di elaborazione. La selezione deve essere completata dall’utente, in ottemperanza con la documentazione fornita dall’Agenzia delle Entrate.
Il campo Escluso indica le operazioni relative a clienti e fornitori dichiarati esclusi dall’elenco in anagrafica.
E’ infatti possibile escludere quelle anagrafiche che, per indicazioni ministeriali, non devono essere trasferite (ad esempio le cosiddette “utenze” gas, luce, acqua, ecc.). Le operazioni indicate come escluse non verranno trasferite nemmeno se marcate con la casella “Esporta”.

Controllo dei dati raccolti per la trasmissione
Il controllo delle informazioni raccolte è particolarmente importante e deve essere effettuato prima di inserire manualmente i dati da trasmettere non presenti in WinAbacus.
Il consiglio è quello di effettuare una prova di generazione del file da trasmettere (menù Funzioni / Generazione File invio telematico) per controllare la presenza di eventuali dati anomali nelle anagrafiche o nelle registrazioni.
Questa attività effettua infatti un controllo sulle operazioni selezionate per la trasmissione segnalando in un log le anomalie riscontrate.
Una volta effettuate le correzioni di eventuali anomalie sarà necessario ripetere l’elaborazione e rigenerare il report.
Per maggiore sicurezza si consiglia inoltre di effettuare un controllo sul numero di operazioni rilevate.
L’attività può essere effettuata confrontando il numero di fatture emesse e ricevute con le corrispondenti operazioni presenti nel report.
Potete ottenere semplicemente il numero di fatture utilizzando i Report Dettaglio Acquisti Mensile e Dettaglio Fatturato Mensile accessibili alla voce Contabilità / Report Contabilità. Il conteggio del numero di elementi è visibile in basso a sinistra. Dal report è necessario escludere le Note di Accredito (NDA) che non sono presenti fra le operazioni rilevate.
Nel Report Operazioni rilevanti ai fini IVA il numero di fatture emesse deve essere equivalente al numero di operazioni dei quadri FE ed FN, mentre il numero di fatture ricevute deve corrispondere al numero di operazioni dei quadri FR e SE.
Nel caso di soggetti esteri, ovvero di anagrafiche clienti e fornitori con stato diverso da “000 – Italia”, è richiesta dall’Agenzia delle Entrate la comunicazione del Codice Stato o Territorio, si tratta di un codice diverso dal codice stato utilizzato da WinAbacus che deve essere indicato nelle anagrafiche degli Stati Esteri.
Per la relativa documentazione consultare il sito dell’Agenzia delle Entrate.
Nel caso invece di soggetti italiani nella cui anagrafica sia stato utilizzato un codice stato diverso dal valore predefinito “000 – Italia” è necessario correggere l’anagrafica prima di procedere all’elaborazione dei dati.
Se il sistema non rileva anomalie procederà alla generazione del file da trasmettere e verrà inibita la possibilità di ulteriori modifiche ai dati del report. Sbloccare quindi il report utilizzando il menù Funzioni / Riattiva la modifica dei dati da inviare.

Integrazione delle informazioni da trasmettere
Alcune informazioni richieste per la compilazione del file, potrebbero non essere disponibili all’interno della base dati.
La procedura offre comunque l’opportunità in questi casi di integrare o inserire manualmente i dati necessari.
Le seguenti informazioni, ove necessario, saranno indicate manualmente, utilizzando la voce Funzioni / Modifica
Operazione :
• Tipologia di Noleggio o Leasing (relativamente alle Fatture Emesse e alle Operazioni attive con soggetti non residenti).
• Indicazione di Autofattura (relativamente alle Fatture Emesse o Ricevute).
• Indicazione di Operazione in Reverse Charge (relativamente alle Fatture Ricevute).
• Informazioni sulla Persona Fisica nel caso di Soggetti senza personalità Giuridica (relativamente alle Operazioni attive con soggetti non residenti e agli Acquisti di servizi da Soggetti non residenti).
Eventuali Note di variazione emesse o ricevute, Operazioni senza fattura ed Operazioni legate al turismo (rif. quadri NE, NR, DF e TU descritti nelle specifiche tecniche dell’Agenzia delle Entrate) saranno inserite manualmente utilizzando le apposite voci presenti nel menù Funzioni del Report.

Eccezioni
Dal report sono escluse le Note d’accredito, l’importo di questi documenti deve infatti essere detratto dalle fatture a cui si riferiscono.
Questa operazione deve essere effettuata manualmente dall’utente direttamente sul report correggendo gli
importi del documento (Totale, Imponibile e Imposta) a cui la nota d’accredito fa riferimento.
Potete ottenere le informazioni sulle Note di Accredito emesse e ricevute utilizzando i Report Dettaglio Acquisti Mensile e Dettaglio Fatturato Mensile accessibili alla voce Contabilità / Report Contabilità e filtrando le visualizzazioni per tipo documento (NDA).

È possibile in qualunque momento sospendere l’analisi delle operazioni chiudendo il report.
La verifica potrà essere ripresa accedendo nuovamente alla procedura e confermando la ripresa dei lavori o aprendo il report dal collegamento mostrato nella maschera.

Generazione del file per la trasmissione telematica
Una volta completata la selezione, il controllo e l’integrazione delle operazioni da trasmettere, si procederà alla generazione del file per l’invio telematico dal menù Funzioni / Generazione File Invio Telematico.
In questa fase la procedura richiederà :
• La Tipologia di Invio: Ordinario, Sostitutivo o Annullamento. Per le normali comunicazioni la scelta predefinita Invio Ordinario è quella corretta.
• Il Codice Attività ATECO. Si tratta di un codice che identifica la tipologia di attività.
Se non conoscete il codice associato alla vostra azienda sul sito dell’ISTAT – Istituto Nazionale di Statistica (http://www.istat.it) potete ottenerlo ricercando “Codice ATECO” e accedendo alla pagina dedicata.
Se la spedizione verrà effettuata dal vostro consulente fiscale, è necessario attivare l’apposito flag e verificare i dati identificativi.
Al termine della generazione verrà proposta la stampa del contenuto del file per l’invio telematico. La stampa potrà risultare utile in fase di verifica di eventuali anomalie segnalate dal software di controllo dell’Agenzia delle Entrate.
Una volta generato il file per l’invio telematico la modifica dei dati da inviare verrà disattivata per evitare errori operativi. È possibile riattivare la modifica, in caso di necessità, dal menù Funzioni – Riattiva la modifica dei dati da inviare.
La generazione del file per l’invio telematico può essere ripetuta in caso di necessità.

Controllo del file generato
L’agenzia delle entrate mette a disposizione un apposito software per il controllo dei file per l’invio Telematico delle Operazioni Rilevanti ai fini IVA. Il controllo è obbligatorio prima di effettuare la spedizione.
Il software è disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate (http://www.agenziaentrate.gov.it) accedendo al menù Strumenti / Procedure di Controllo / Procedure di Controllo – Modelli di Comunicazione / Comunicazione operazioni rilevati ai fini IVA (Spesometro).
Le segnalazioni di anomalia restituite contengono normalmente il riferimento al Quadro e al Modello questi dati possono essere utilizzati, unitamente alla stampa del contenuto del file generato per individuare le operazioni non accettate.

Pubblicato in News